Sei in >> Preghiere >> Verbum supérnum pródiens a Patre - O Verbo divino generato

Buon Giorno, visitatore, il tuo numero IP è : 44.210.77.73 - Fanne buon uso ;-) — Pasqua sarà e⁄o è stata il 31/03/2024

Capistrano (VV), mercoledý 21 febbraio 2024 ~ Ore : 07:13:57 • New York: 21/02/2024 01:13:57 • Tokyo: 21/02/2024 15:13:57 • Sydney: 21/02/2024 17:13:57

Settimana dell'anno n° 8 - Trimestre 1 [febbraio] Pesci ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 52 - Giorni mancanti a FineAnno: 314: Precisamente 0 anni, 10 mesi, 45 settimane, 314 giorni, 7552 ore, 453166 minuti, 27189962 secondi!

Il sole sorge alle ore 06:58 e tramonta alle ore 17:50 - San Pier Damiani

 

Il Vangelo della domenica

 

Verbum supérnum pródiens a Patre lumen éxiens - O Verbo divino generato

Tempus Adventus, usque ad diem 16 decembris ~ Tenpo di Avvento, fino al giorno 16 dicembre

In Officio dominicali et feriali, a I Vesperis dominicæ I Adventus usque ad diem 16 decembris inclusive:

Nell'Ufficio domenicale e feriale, dai primi Vespri della prima domenica di Avvento fino al 16 dicembre incluso:

Ad Officium lectionis - Hymnus

Verbum supérnum pródiens,
a Patre lumen éxiens,
qui natus orbi súbvenis
cursu declívi témporis.

Illúmina nunc péctora
tuóque amóre cóncrema;
audíta per præcónia
sint pulsa tandem lúbrica.

Iudéxque cum post áderis
rimári facta péctoris,
reddens vicem pro ábditis
iustísque regnum pro bonis.

Non demum artémur malis
pro qualitáte críminis,
sed cum beátis cómpotes
simus perénnes cælites.

Sit, Christe, rex piíssime,
tibi Patríque glória
cum Spíritu Paráclito,
in sempitérna sæcula.

Amen.

All'Ufficio delle Letture - Inno

O Verbo divino generato,
luce che promana dal Padre, che,
con la nascita, vieni in soccorso del mondo,
nello scorrere declinante del tempo.

Illumina, ora, i cuori e
consumali con il fuoco del Tuo amore;
attraverso l'ascolto dell'Annunzio,
siano scacciate infine le tentazioni.

E quando in futuro verrai come giudice,
per scrutare le opere del cuore, rendendo
il contraccambio per le cose da nascondere
e il Regno ai giusti per le buone azioni.

Alla fine, non siamo schiacciati
dai mali, secondo la qualità
della colpa, ma con i beati siamo
eternamente ammessi nel Cielo.

Sia, o Cristo, Re piissimo,
a Te e al Padre gloria
con lo Spirito Paraclito
per i secoli eterni.

Così sia.

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2023 ~ XHTML