Sei in >> Preghiere >> Lætáre, cælum, désuper - Rallègrati, o cielo, dall'alto

Buon Giorno, visitatore, il tuo numero IP è : 44.201.97.0 - Fanne buon uso ;-) — Pasqua sarà e⁄o è stata il 31/03/2024

Capistrano (VV), lunedý 15 aprile 2024 ~ Ore : 07:09:16 • New York: 15/04/2024 01:09:16 • Tokyo: 15/04/2024 14:09:16 • Sydney: 15/04/2024 16:09:16

Settimana dell'anno n° 16 - Trimestre 2 [aprile] Ariete ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 106 - Giorni mancanti a FineAnno: 260: Precisamente 0 anni, 8 mesi, 37 settimane, 260 giorni, 6256 ore, 375410 minuti, 22524643 secondi!

Il sole sorge alle ore 06:31 e tramonta alle ore 19:51 - San Cesare De Bus

 

Il Vangelo della domenica

 

Lætáre, cælum, désuper ~ Rallègrati, o cielo, dall'alto

Tempo di Pasqua - Tempus Paschale

Tempus Paschale. Dominica Paschæ incipit Tempus Paschale usque ad Ascensionem Domini exclusive. 〈Lætáre, cælum, désuper ad libitum in feriis post octavam Paschæ〉

Tempo di Pasqua. Domenica di Pasqua inizia il Tempo Pasquale fino all'Ascensione del Signore esclusa. 〈Lætáre, cælum, désuper, a discrezione nelle ferie dopo l'ottava di Pasqua〉

Ad Officium lectionis - Hymnus
Ad libitum in feriis post octavam Paschæ

Lætáre, cælum, désuper,
appláude, tellus ac mare:
Christus resúrgens post crucem
vitam dedit mortálibus.

Iam tempus accéptum redit,
dies salútis cérnitur,
quo mundus Agni sánguine
refúlsit a calígine.

Mors illa, mortis pássio,
est críminis remíssio;
illæsa virtus pérmanet,
victus dedit victóriam.

Nostræ fuit gustus spei
hic, ut fidéles créderent
se posse post resúrgere,
vitam beátam súmere.

Nunc ergo pascha cándidum
causa bonórum tálium
colámus omnes strénue
tanto repléti múnere.

Esto perénne méntibus
paschále, Jesu, gáudium
et nos renátos grátiæ
tuis triúmphis ággrega.

Jesu, tibi sit glória,
qui morte victa prænites,
cum Patre et almo Spíritu,
in sempitérna sæcula.

Amen.

All'Ufficio delle Letture - Inno
A discrezione nelle ferie dopo l'Ottava di Pasqua

Rallègrati, o cielo, dall'alto,
applaudite terra e mare,
Cristo, risorgendo dopo la morte di Croce,
ha dato la vita ai mortali.

Ormai torna il tempo favorevole,
si scorge il giorno della salvezza,
nel quale il mondo, per mezzo del Sangue dell'Agnello,
rifulse dalle tenebre.

Quella morte, dolorosa morte,
è remissione della colpa;
la virtù permane illesa,
il Vinto ha donato la vittoria.

Questo fu il gusto della nostra speranza
che i fedeli credano
che essi possono in seguito risorgere
e conseguire la vita beata.

Or dunque la Pasqua luminosa,
cagione di tali beni,
onoriamo tutti con forza,
colmi di un così grande dono.

Sii alle menti, o Gesù,
perenne gioia pasquale,
e unisci ai tuoi trionfi
noi rinati alla grazia.

Sia gloria a Te, o Gesù,
che risplendi vittorioso sulla morte,
con il Padre e il Santo Spirito
per i secoli eterni.

Così sia.

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2024 ~ XHTML