Sei in >> Preghiere >> Iesu, quadragenàriæ

Buon Pomeriggio, visitatore, il tuo numero IP è : 44.210.151.5 - Fanne buon uso ;-) — Pasqua sarà e⁄o è stata il 31/03/2024

Capistrano (VV), giovedý 18 luglio 2024 ~ Ore : 13:44:37 • New York: 18/07/2024 07:44:37 • Tokyo: 18/07/2024 20:44:37 • Sydney: 18/07/2024 21:44:37

Settimana dell'anno n° 29 - Trimestre 3 [luglio] Cancro ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 200 - Giorni mancanti a FineAnno: 166: Precisamente 0 anni, 5 mesi, 24 settimane, 166 giorni, 3994 ore, 239655 minuti, 14379322 secondi!

Il sole sorge alle ore 05:50 e tramonta alle ore 20:42 - San Federico

 

Il Vangelo della domenica

 

Jesu, quadragenàriæ dicátor abstinéntiæ - Gesù che hai consacrato un'astinenza di quaranta giorni

Tempus Quadragesimæ, usque ad sabbatum hebdomadæ quintæ - Tempo di Quaresima, fino al sabato della quinta settimana.

In Officiis de Tempore, ab initio Officii feriæ IV Cinerum usque ad Horam mediam sabbati hebdomadæ V Quadragesimæ inclusive - Ab initio Officii feriæ IV Cinerum usque ad Vigiliam paschalem omittitur Allelúia.

Negli Uffici del Tempo, dall'inizio dell'Ufficio del Mercoledì delle Ceneri fino all'Ora media del sabato della quinta settimana di Quaresima inclusa - Dall'inizio dell'Ufficio del Mercoledì delle Ceneri fino alla Veglia pasquale si tralascia l'Alleluia.

Ad Vesperas - Hymnus
In Officio feriali

Latino

Jesu, quadragenáriæ
dicátor abstinéntiæ,
qui ob salútem méntium
præcéperas ieiúnium,

Adésto nunc Ecclésiæ,
adésto pæniténtiæ,
qua supplicámus cérnui
peccáta nostra dílui.

Tu retroácta crímina
tua remítte grátia
et a futúris ádhibe
custódiam mitíssime,

Ut, expiáti ánnuis
compunctiónis áctibus,
tendámus ad paschália
digne colénda gáudia.

Te rerum univérsitas,
clemens, adóret, Trínitas,
et nos novi per véniam
novum canámus cánticum.

Amen.

Ai Vespri - Inno
Nell'Officio feriale

Italiano

O Gesù, che indici un tempo
di penitenza quaresimale,
e che per la salvezza delle anime
prescrivi il digiuno,

Assisti ora la Tua Chiesa,
assistila mentre fa penitenza,
in virtù della quale Ti supplichiamo a capo chino
di cancellare i nostri peccati.

Con la Tua grazia rimetti
le colpe passate
e da quelle future,
o mitissimo, custodiscici

Affinché, avendole espiate
con opere penitenziali annuali,
ci prepariamo a celebrare
degnamente le feste pasquali.

O clemente Trinità,
tutto il mondo Ti adori,
e noi, resi nuovi dal perdono,
cantiamo un canto nuovo.

Così sia.

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2024 ~ XHTML