Sei in >> Preghiere >> Christe, redémptor ómnium

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 3.236.83.14 - Fanne buon uso ;-) — Pasqua sarà e⁄o è stata il 31/03/2024

Capistrano (VV), domenica 16 giugno 2024 ~ Ore : 20:08:21 • New York: 16/06/2024 14:08:21 • Tokyo: 17/06/2024 03:08:21 • Sydney: 17/06/2024 04:08:21

Settimana dell'anno n° 25 - Trimestre 2 [giugno] Gemelli ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 168 - Giorni mancanti a FineAnno: 198: Precisamente 0 anni, 6 mesi, 28 settimane, 198 giorni, 4755 ore, 285351 minuti, 17121098 secondi!

Il sole sorge alle ore 05:34 e tramonta alle ore 20:47 - Santi Giulitta (Giuditta) e Quirico; Sant ' Aureliano

 

Il Vangelo della domenica

 

Christe, redémptor ómnium ~ O Cristo, redentore di tutti

Tempus Nativitatis, usque ad Sollemnitatem Epiphaniæ ~ Tempo di Natale, fino alla Solennità dell'Epifania

In Officio dominicali et feriali, a I Vesperis Nativitatis Domini usque ad I Vesperas Epiphaniæ Domini esclusive, nisi adsint hymni proprii, dicitur:

Nell'Ufficio domenicale e feriale dai primi Vespri di Natale fino ai primi Vespri dell'Epifania esclusi, quando non si abbiano inni propri, si dicono i seguenti:

Ad Vesperas - Hymnus

Christe, redémptor ómnium,
ex Patre, Patris Unice,
solus ante princípium
natus ineffabíliter,

Tu lumen, tu splendor Patris,
tu spes perénnis ómnium,
inténde quas fundunt preces
tui per orbem sérvuli.

Salútis auctor, récole
quod nostri quondam córporis,
ex illibáta Vírgine
nascéndo, formam súmpseris.

Hic præsens testátur dies,
currens per anni círculum,
quod solus a sede Patris
mundi salus advéneris;

Hunc cælum, terra, hunc mare,
hunc omne quod in eis est,
auctórem advéntus tui
laudat exsúltans cántico.

Nos quoque, qui sancto tuo
redémpti sumus sánguine,
ob diem natális tui
hymnum novum concínimus.

Jesu, tibi sit glória,
qui natus es de Vírgine,
cum Patre et almo Spíritu,
in sempitérna sæcula.

Amen.

Ai Vespri - Inno

O Cristo, redentore di tutti,
nato dal Padre, Suo Unigenito
il solo nato in modo inspiegabile,
prima dell'inizio.

Tu luce, Tu splendore del Padre
Tu perenne speranza di tutti,
ascolta le preghiere che Ti rivolgono
i tuoi servi sulla terra.

Artefice della salvezza, ricordati
che un tempo, hai assunto
la forma del nostro corpo,
nascendo dalla Vergine inviolata.

Questo giorno presente,
ripresentandosi nel giro dell'anno, attesta
che Tu solo sei venuto dalla sede del Padre
quale salvezza del mondo.

Il cielo la terra e il mare,
e tutto ciò che è in essi
glorificano con un inno di esultanza
l'Autore della Tua venuta.

Noi pure, che siamo stati redenti
dal Tuo sacro Sangue,
per il giorno della Tua nascita
cantiamo un inno nuovo.

A Te, Gesù, sia gloria,
nato dalla Vergine,
e al Padre e al Santo Spirito
nei secoli eterni.

Così sia.

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2024 ~ XHTML