Sei in >> Preghiere >> Audi, benígne Cónditor - Ascolta, o benigno Creatore

Buon Giorno, visitatore, il tuo numero IP è : 44.210.77.73 - Fanne buon uso ;-) — Pasqua sarà e⁄o è stata il 31/03/2024

Capistrano (VV), mercoledý 21 febbraio 2024 ~ Ore : 06:22:09 • New York: 21/02/2024 00:22:09 • Tokyo: 21/02/2024 14:22:09 • Sydney: 21/02/2024 16:22:09

Settimana dell'anno n° 8 - Trimestre 1 [febbraio] Pesci ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 52 - Giorni mancanti a FineAnno: 314: Precisamente 0 anni, 10 mesi, 45 settimane, 314 giorni, 7553 ore, 453217 minuti, 27193070 secondi!

Il sole sorge alle ore 06:58 e tramonta alle ore 17:50 - San Pier Damiani

 

Il Vangelo della domenica

 

Audi, benígne Cónditor - Ascolta, o benigno Creatore

Tempus Quadragesimæ, usque ad sabbatum hebdomadæ quintæ - Tempo di Quaresima, fino al sabato della quinta settimana.

In Officiis de Tempore, ab initio Officii feriæ IV Cinerum usque ad Horam mediam sabbati hebdomadæ V Quadragesimæ inclusive - Ab initio Officii feriæ IV Cinerum usque ad Vigiliam paschalem omittitur Allelúia.

Negli Uffici del Tempo, dall'inizio dell'Ufficio del Mercoledì delle Ceneri fino all'Ora media del sabato della quinta settimana di Quaresima inclusa - Dall'inizio dell'Ufficio del Mercoledì delle Ceneri fino alla Veglia pasquale si tralascia l'Alleluia.

Ad Vesperas - Hymnus
In Officio dominicali

Latino

Audi, benígne Cónditor,
nostras preces cum flétibus,
sacráta in abstinéntia
fusas quadragenária.

Scrutátor alme córdium,
infírma tu scis vírium;
ad te revérsis éxhibe
remissiónis grátiam.

Multum quidem peccávimus,
sed parce confiténtibus,
tuíque laude nóminis
confer medélam lánguidis.

Sic corpus extra cónteri
dona per abstinéntiam,
ieiúnet ut mens sóbria
a labe prorsus críminum.

Præsta, beáta Trínitas,
concéde, simplex Unitas,
ut fructuósa sint tuis
hæc parcitátis múnera.

Amen.

Ai Vespri - Inno
Nell'Ufficio domenicale

Ritmato

Accogli o Dio benevolo
le preghiere e le lacrime
che a Te intense si levano
nel tempo di quaresima.

Di noi conosci gli animi,
comprendi che siam deboli,
ma a chi si pente e supplica
il Tuo perdono concedigli.

Molti di noi peccarono,
ma il Tuo Amore è benevolo
largo perdono accordaci
Tu Dio nostro amatissimo.

Il corpo si mortifichi,
digiuno qui si pratichi
sicché l'anima sobria
possa alla Pasqua giungere.

Signore Trino ed Unico
concedi clementissimo
a chi digiuna fervido
copiosi frutti all'anima.

Così sia.

Ai Vespri - Inno
Nell'Ufficio domenicale

Vaticano - VEDI

Ascolta, Creatore benigno,
il grido che alziamo di pianto,
in questo digiuno che compie
i santi quaranta Tuoi giorni.

O Tu, che nei cuori ci scruti
e sai quanto fragili siamo,
a Te ritornati, concedi
la gioia di un largo perdono.

Poiché troppo abbiamo peccato,
ma Tu da' il perdono ai contriti
a gloria del Nome Tuo Santo,
lenisci la piaga dei cuori.

Con questa astinenza, concedi
che il corpo rinasca temprato,
che sobria la mente digiuni,
non più lusingata dal male.

O Dio, che sei unico e trino,
sia il dono che noi Ti facciamo
del nostro digiuno frugale
copioso di frutti ai Tuoi occhi.

Così sia.

Ai Vespri - Inno
Nell'Ufficio domenicale

Letterale

Ascolta, o benigno Creatore,
le nostre suppliche con lacrime,
che effondiamo in questo sacro
digiuno quaresimale.

Benevolo scrutatore dei cuori,
Tu conosci la debolezza degli uomini;
porgi a quelli che a Te ritornano
la grazia del perdono.

Certo abbiamo molto peccato,
ma Tu perdona a quelli che Ti rendono lode,
e per la gloria del Tuo Nome
conferisci il rimedio ai deboli.

Concedici di domare il nostro corpo
per mezzo della mortificazione,
affinché la mente sobria si astenga
perfettamente da ogni macchia di peccato.

Concedi, o beata Trinità,
concedi, o perfetta Unità,
che fruttuosa sia per i Tuoi
questa offerta del digiuno.

Così sia.

* * *

Autore: Attribuito a Papa San Gregorio Magno 〈540-604〉

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2023 ~ XHTML