Sei in >> Preghiere >> Tibi Redémptor ómnium - A te, redentore di tutti

Buon Pomeriggio, visitatore, il tuo numero IP è : 34.200.236.68 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), domenica 20 settembre 2020 ~ Ore : 17:27:56 - Settimana dell'anno n° 39 - Trimestre 3 [settembre] Vergine :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 264 - Giorni mancanti a FineAnno: 102

Il sole sorge alle ore 06:55 e tramonta alle ore 19:12 - Santi Martiri Coreani (Andrea Kim Taegon, Paolo Chong Hasang e 101 compagni)

 

Il Vangelo della domenica

 

Tibi Redémptor ómnium - A te, redentore di tutti

Sacro Triduo Pasquale - Sabato Santo

Sacruum Triduum Paschale - Sabbato Sancto - Passionis et resurrectionis Domini

Sacro Triduo Pasquale - Sabato Santo - Passione e resurrezione del Signore

Ad Laudes matutinas - Hymnus

Tibi, Redémptor ómnium,
hymnum defléntes cánimus;
ignósce nobis, Dómine,
ignósce confiténtibus.

Qui vires hostis véteris
per crucem mortis cónteris,
qua nos vexíllum fídei,
fronte signáti, férimus,

illum a nobis iúgiter
repéllere dignáveris,
ne possit umquam lædere
redémptos tuo sánguine.

Qui propter nos ad ínferos
descéndere dignátus es,
ut mortis debitóribus
vitæ donáres múnera,

Tu es qui certo témpore
datúrus finem sæculo,
iustus cunctórum mérita
remunerátor státues.

Te ergo, Christe, quæsumus,
ut nostra cures vúlnera,
qui es cum Patre et Spíritu
laudándus in perpétuum.

Amen.

 

Alle Lodi mattutine - Inno

A Te, Redentore del mondo,
sciogliendoci in pianto cantiamo un inno;
perdonaci, o Signore,
perdona a coloro che ti rendono lode.

Tu, che distruggi le forze dell'antico nemico
con la morte di Croce,
per la quale noi, segnati sulla fronte,
portiamo il vessillo della fede,

ti degnerai di respingerlo
da noi per sempre,
affinché giammai possa nuocere
a quelli che sono stati redenti dal tuo Sangue.

Tu, che ti sei degnato
di scendere agli inferi per noi,
per dare la grazia della vita a coloro
che avevano ricevuto il castigo della morte,

Tu, che nel tempo fissato
darai fine al mondo,
da giusto remuneratore
giudicherai i meriti di tutti.

A Te, dunque, chiediamo, o Cristo,
di curare le nostre ferite,
Tu che con il Padre e lo Spirito
sei da lodare in perpetuo.

Così sia.

 

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2020 ~ XHTML