Sei in >> Preghiere >> Magi vidéntes párvulum

Buona Notte, visitatore, il tuo numero IP è : 54.84.236.168 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), marted́ 11 dicembre 2018 ~ Ore : 05:23:06 - Settimana dell'anno n° 50 - Trimestre 4° [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 345 - Giorni mancanti a FineAnno: 20

Il sole sorge alle ore 07:27 e tramonta alle ore 16:39 - San Damaso I

 

Il Vangelo della domenica

 

Magi vidéntes párvulum

Alla Solennità dell'Epifania

Tempus Nativitatis - A Sollemnitate Epiphaniæ
In Officio de Tempore, ab Epiphania Domini usque ad festum Baptismatis Domini exclusive

Tempo di Natale - Alla Solennità dell'Epifania
Proprio del Tempo, dalla Epifania del Signore fino alla festa del Battesimo del Signore escluso

Ad Officium lectionis

Magi vidéntes párvulum
eóa promunt múnera,
stratíque votis ófferunt
tus, myrrham et aurum régium.

Agnósce clara insígnia
virtútis ac regni tui,
Puer, cui trinam Pater
prædestinávit índolem:

Regem Deúmque annúntiant
thesáurus et fragrans odor
turis Sabæi, at mýrrheus
pulvis sepúlcrum prædocet.

O sola magnárum úrbium
maior Bethlem, cui cóntigit
ducem salútis cælitus
incorporátum gígnere!

Hunc et prophétis téstibus
îsdémque signatóribus
testátor et sator iubet
adíre regnum et cérnere:

Regnum quod ambit ómnia
dia et marína et térrea
a solis ortu ad éxitum
et tártara et cælum supra.

Iesu, tibi sit glória,
qui te revélas géntibus,
cum Patre et almo Spíritu,
in sempitérna sæcula.

Amen.

All'Ufficio delle Letture

I magi vedendo il Bambino
tirano fuori i doni orientali,
e prostrati offrono con le preghiere
incenso, mirra e oro regale.

Riconosci gli illustri simboli
della grandezza e del tuo regno,
o Bambino, al quale il Padre
ha predestinato un triplice carattere:

l'oro e il fragrante profumo
dell'incenso della regione sabea
proclamano il Re e il Dio,
ma la mirra preannuncia la morte e il sepolcro.

O Betlemme, sola più grande
delle grandi città,
cui è toccato di dare i natali
al celeste Re di salvezza incarnato.

Secondo la testimonianza dei Profeti,
da loro stessi suggellata,
il Testatore e Creatore a Lui ordina
di entrare nel regno e giudicare:

il regno che abbraccia tutte le cose,
celesti, marine e terrestri,
da oriente ad occidente,
e gli inferi e il Paradiso in alto.

Sia gloria a Te, Gesù,
che ti riveli alle genti,
con il Padre ed il Santo Spirito
nei secoli eterni.

Così sia.

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML