Sei in >> Santi Patroni >> Preghiere >> Preghiera ed Inno alla Madonna di Guadalupe di Arsoli (RM)

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 34.225.194.102 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), giovedì 2 febbraio 2023 ~ Ore : 19:01:17 • New York: 02/02/2023 13:01:17 • Tokyo: 03/02/2023 03:01:17 • Sydney: 03/02/2023 05:01:17

Settimana dell'anno n° 5 - Trimestre 1° [febbraio] Acquario ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 33 - Giorni mancanti a FineAnno: 332

Il sole sorge alle ore 07:22 e tramonta alle ore 17:26 - Presentazione del Signore (Candelora)
In una stanza silenziosa c'erano quattro candele accese. La prima si lamentava: «Io sono la pace. Ma gli uomini preferiscono la guerra: non mi resta che lasciarmi spegnere». E così accadde. La seconda disse: «Io sono la fede. Ma gli uomini preferiscono le favole: non mi resta che lasciarmi spegnere». E così accadde. La terza candela confessò: «Io sono l'amore. Ma gli uomini sono cattivi e incapaci di amare: non mi resta che lasciarmi spegnere». All'improvviso nella stanza comparve un bambino che, piangendo, disse: «Ho paura del buio». Allora la quarta candela disse: «Non piangere. Io resterò accesa e ti permetterò di riaccendere con la mia luce le altre candele: io sono la speranza». Il nome popolare di "Candelora", assegnato alla festa odierna della Presentazione del Signore, è legato alla benedizione e alla processione con le candele e fiorisce dalle parole del vecchio Simeone che così definisce Cristo: «Luce per illuminare le genti». Attorno al simbolo del cero acceso si sviluppa anche la parabola ebraica sopra sintetizzata: essa mette in scena simbolicamente la pace, che nella Bibbia è il grande dono messianico, e le tre virtù teologali. Anche in questo racconto al centro c'è un bambino, come il neonato Gesù del testo evangelico (Luca 2, 22-40): è lui a far sfavillare nuovamente le candele spente. Sì, perché sulla storia il sudario delle tenebre si allarga spegnendo le luci della pace, dono sempre sospirato, della fede che allarga gli orizzonti e dell'amore che riscalda la vita. Rimane l'ultimo filo di luce, quello della candela della speranza. Ad essa si rivolge il bambino per riportare in vita la pace, la fede e l'amore. Anche le nostre riflessioni quotidiane sono spesso segnate dallo sconforto e dal realismo che ci induce giustamente a non ignorare il male del mondo. Ma l'ultima parola dovrebbe essere sempre quella della speranza, «il rischio da correre, anzi, il rischio dei rischi» che riesce a far sbocciare la luce.

 

Il Vangelo della domenica

 

B.V.M. di Guadalupe - Arsoli (Rm)

 

Preghiera ed Inno alla Madonna di Guadalupe, recitate e/o cantate ad Arsoli (RM)

 

Arsoli (Roma)
Il Santo Patrono di Arsoli (Roma) è San Bartolomeo, Apostolo, si festeggia il 24 agosto.
Molto sentita e partecipata, dagli abitanti di Arsoli e non solo, è la festa della "Signora vestita di Sole" sotto il titolo di Guadalupe, compatrono di Arsoli, viene festeggiata il 12 dicembre, giorno nel quale la liturgia la ricorda, e l'ultima domenica di agosto. La festa di fine agosto è molto importante ed imponente, non solo in quanto la cittadina si riempie dei "suoi figli" fuori per lavoro e rientrati in questo periodo, soprattutto, perché il Sacro Simulacro viene portato a spalla per tutta la città per la pubblica venerezione.

 

Preghiera a N. S. di Guadalupe

Inno a N. S. di Guadalupe

 

 Preghiera alla Madonna di Guadalupe | torna su |

Vergine Santissima, Nostra Signora di Guadalupe,
nella Vostra prima apparizione sulla collina del Tepeyac avete dichiarato con un accento di materna bontà:
« Mostrerò la mia dolce clemenza a quelli che mi amano e che mi cercano; ascolterò le suppliche ed i lamenti di tutti quelli che chiederanno la mia protezione e mi invocheranno nelle loro tribolazioni; li consolerò e li aiuterò».
Forti di queste Vostre promesse, sicuri del Vostro immenso potere sul Cuore di Gesù e fiduciosi nel Vostro indicibile amore di Madre, Vi consacriamo oggi e per sempre la nostra persona e la nostra vita.
Conservate o rimettete nelle nostre anime il dono più prezioso del Vostro Gesù, la Grazia divina.
Preservateci in ogni momento dal peccato, il solo vero male; fateci crescere continuamente nella santità poiché la volontà di Dio è la nostra santificazione.
Aiutateci nel nostro lavoro, affinché diventi una preghiera; nelle tentazioni e nei pericoli, affinché siamo sempre vittoriosi; nelle gioie, nelle sofferenze e nelle difficoltà, affinché siano tutte trasformate in atti d'amore verso Dio.
Venga il Regno di Gesù per mezzo Vostro nelle nostre case, nel nostro paese e nel nostro mondo!
Vegliate maternamente su di noi, o Nostra Signora di Guadalupe, tutti i giorni della nostra vita, fino al momento in cui nella gioia potremo vederVi e vivere accanto a Voi per l'eternità.
Così sia.

 

 

 Inno a Nostra Signora di Guadalupe | torna su |

Anno 1531 Virgo Maria
se manifestavit Joanni Didaco Cuauhtlatoatzin ,
ex Indorum nativorum stirpe ,
in colle Tepeyac apud Mexicopolim
in territorio nunc Mexici ,
et in pænula eius mirabiIiter imago permansit ,
quam illic christifideles adhuc iugiter venerantur .
Per hunc virum , fide purissima præditum ,
Dei Genitrix et Ecclesiæ Mater
ad amorem Christi omnes vocat populos .

Consacra , o Maria ,
a Te questo luogo ,
in esso mantieni
la Tua eredità .
Il cuore , lo sguardo
e l'alma che ci doni
e sempre coi figli
Ti degni restar .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Sui monti felici
più Giuda non vanti :
fortuna più grande
toccò al Tepeyac
la visita istessa
riceve Gian Diego
e dura da secoli ,
rinnovasi ognor .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Fon erba Maligna
che Satana sparge ,
né terra scabrosa ,
né arida valle ,
né pioggia , né gelo ,
né fiero uragano
il seme fecondo
può sterile far .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Arsoli (Rm), Processione di Nostra Signora di Guadalupe

Il timido Diego
il giunger Tuo sente
e corre veloce
e vuol occultar ;
Tu stessa lo cerchi ,
o dolce bontà .
Tu stessa il raggiungi
nel pronto fuggir .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Per segno Egli vede
su rocce e dirupi
dal manto che tieni
le rose sbocciar .
E sul suo mantello
d'umile artigiano
dipinta con esse
Tua casta beltà .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Effige divina ,
sembiante immortale ,
pittura celeste
di angelica man :
in cui son ritratte
Tue belle virtù ,
Tue luci , Tuo zelo ,
Tua grata umiltà .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

In illo tempore ...
Virgo Maria dixit :
« ¿ No estoy yo aquì que soy tu Madre ? ».

Volendo mostrarci ,
con grande bontà ,
che sola Tu puoi
il mondo illustrar ,
le stelle del Cielo
corona Ti fan ,
ed i raggi d'intorno
dell'astro solar .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Le mani sul petto ,
il dolce Tuo sguardo ,
il placido volto
l'aspetto sereno ,
in tutto rivelano
candor , verità .
Dolcezza Tu spandi
e pace e bontà .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Tua angelica immagine
in fragile tela
né il tempo consuma ,
né il tarlo corrode ,
e se come bronzo
potesti serbarlo ,
Tua fede , Tuo amore
potranno fallir .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Arsoli (Rm), Processione della Madonna di Guadalupe

Pietà, che viviamo
in tempi fatali
quali mai furon
nei secoli andati ,
caduti son gli idoli ,
ma or , più che mai ,
gli spiriti ribelli
ci mettono orror .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

Il tuo popolo ,
a cui concedesTi
favor senza ugual ,
deh , mai non lasciar !
Con Te sarà eterno
il gaudio per noi
e dolce a Te l'inno
di gloria cantar .

Non mai Ti allontanare
giammai non mancare :
noi siamo i tuoi figli ,
o Madre , pietà !

~ ~ ~

Ringrazio Paola per le notizie fornite (nel 2012).
Le foto sono state tratte dal sito della Proloco.

~ ~ ~

 

* * *

Fonte: Notizie fornite da Paola

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2022 ~ XHTML