Sei in >> Fiabe >> Il vecchio nonno e il nipotino

Buon Pomeriggio, visitatore, il tuo numero IP è : 44.210.151.5 - Fanne buon uso ;-) — Pasqua sarà e⁄o è stata il 31/03/2024

Capistrano (VV), giovedý 18 luglio 2024 ~ Ore : 14:04:33 • New York: 18/07/2024 08:04:33 • Tokyo: 18/07/2024 21:04:33 • Sydney: 18/07/2024 22:04:33

Settimana dell'anno n° 29 - Trimestre 3 [luglio] Cancro ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 200 - Giorni mancanti a FineAnno: 166: Precisamente 0 anni, 5 mesi, 24 settimane, 166 giorni, 3993 ore, 239635 minuti, 14378126 secondi!

Il sole sorge alle ore 05:50 e tramonta alle ore 20:42 - San Federico

 

Il vecchio nonno e il nipotino

Il  vecchio nonno e il nipotino

C'era una volta un uomo molto anziano che camminava a fatica; gli occhi gli si erano appannati, dagli orecchi non ci sentiva pi¨, le ginocchia gli tremavano, non aveva neanche un dente... Quando sedeva a tavola, reggeva a malapena il cucchiaio e versava sempre il brodo sulla tavola, spesso gliene colava un rivolo anche dall'angolo della bocca.
Il figlio e la nuora provavano disgusto, perci˛ costringevano il vecchio a sedere nell'angolo dietro la stufa e gli davano da mangiare in una brutta ciotola di terracotta e neanche a sufficienza. Il poveretto guardava sconsolato il loro tavolo, con gli occhi lucidi.
Un giorno le sue mani, sempre tremanti, non riuscirono a reggere la ciotola, che cadde a terra e and˛ in pezzi. La giovane sposa lo sgrid˛, ma il vecchio non disse nulla, sospir˛ soltanto.
Allora per pochi soldi gli comprarono una ciotola di legno.
Mentre sedevano in cucina, si accorsero che il figlioletto di quattro anni armeggiava per terra con dei pezzi di terracotta.
« Cosa stai combinando?» gli domand˛ il padre.
« Ecco ... - rispose il bambino - sto accomodando la ciotola per farci mangiare te e mamma quando sarete vecchi.»
Moglie e marito si guardarono e scoppiarono in lacrime. Fecero subito sedere il vecchio nonno al loro tavolo e da quel giorno lo lasciarono mangiare sempre assieme a loro. Quando versava il brodo non dicevano pi¨ nulla.

 

* * *

Fonte: Internet - F.lli Grimm

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2024 ~ XHTML