Sei in >> Capistrano >> Cronaca >> Capistrano: Consiglio comunale

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 34.225.194.102 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), giovedì 2 febbraio 2023 ~ Ore : 19:56:11 • New York: 02/02/2023 13:56:11 • Tokyo: 03/02/2023 03:56:11 • Sydney: 03/02/2023 05:56:11

Settimana dell'anno n° 5 - Trimestre 1° [febbraio] Acquario ♥ ;-) • Giorni trascorsi da InizioAnno: 33 - Giorni mancanti a FineAnno: 332

Il sole sorge alle ore 07:22 e tramonta alle ore 17:26 - Presentazione del Signore (Candelora)
In una stanza silenziosa c'erano quattro candele accese. La prima si lamentava: «Io sono la pace. Ma gli uomini preferiscono la guerra: non mi resta che lasciarmi spegnere». E così accadde. La seconda disse: «Io sono la fede. Ma gli uomini preferiscono le favole: non mi resta che lasciarmi spegnere». E così accadde. La terza candela confessò: «Io sono l'amore. Ma gli uomini sono cattivi e incapaci di amare: non mi resta che lasciarmi spegnere». All'improvviso nella stanza comparve un bambino che, piangendo, disse: «Ho paura del buio». Allora la quarta candela disse: «Non piangere. Io resterò accesa e ti permetterò di riaccendere con la mia luce le altre candele: io sono la speranza». Il nome popolare di "Candelora", assegnato alla festa odierna della Presentazione del Signore, è legato alla benedizione e alla processione con le candele e fiorisce dalle parole del vecchio Simeone che così definisce Cristo: «Luce per illuminare le genti». Attorno al simbolo del cero acceso si sviluppa anche la parabola ebraica sopra sintetizzata: essa mette in scena simbolicamente la pace, che nella Bibbia è il grande dono messianico, e le tre virtù teologali. Anche in questo racconto al centro c'è un bambino, come il neonato Gesù del testo evangelico (Luca 2, 22-40): è lui a far sfavillare nuovamente le candele spente. Sì, perché sulla storia il sudario delle tenebre si allarga spegnendo le luci della pace, dono sempre sospirato, della fede che allarga gli orizzonti e dell'amore che riscalda la vita. Rimane l'ultimo filo di luce, quello della candela della speranza. Ad essa si rivolge il bambino per riportare in vita la pace, la fede e l'amore. Anche le nostre riflessioni quotidiane sono spesso segnate dallo sconforto e dal realismo che ci induce giustamente a non ignorare il male del mondo. Ma l'ultima parola dovrebbe essere sempre quella della speranza, «il rischio da correre, anzi, il rischio dei rischi» che riesce a far sbocciare la luce.

 

 

Fonte : Gazzetta del Sud
Data : 13 dicembre 2016
Autore : Antonio Pasceri

 

 

 

Seduta liscia come l'olio al comune di Capistrano

Consiglio, tutti i punti all'odg approvati all'unanimità

Disco verde agli argomenti di natura contabile

~ ~ ~
Antonio Pasceri
CAPISTRANO
~ ~ ~

Autorizzata la costituzione
della società consortile
Gal Terre Vibonesi

Sotto la presidenza del sindaco Marcello Roberto Caputo, assistito dalla segretaria comunale Carmen Longo, si è riunito il consiglio comunale. Assenti il consigliere di maggioranza Giuseppe Tino e quelli di minoranza Marco Martino e Raffaele Scolieri. Tutti gli argomenti all'ordine del giorno sono stati approvati all'unanimità. Secondo alcuni, le assenze dei consiglieri potrebbero essere già dei tatticismi in vista delle elezioni per l'elezione del sindaco e del rinnovo del consiglio comunale che si terranno in primavera.
Dopo l'approvazione dei verbali della seduta precedente - che riguardano il recesso dal Co.GAL di Monte Poro, l'adesione al partenariato Gal Terre Vibonesi e il regolamento per le gare di appalto ed i contratti pubblici - sono state ratificate le deliberazioni della giunta municipale (n.48 e n.49) del novembre scorso.
Con la deliberazione n.48 si era proceduto alle variazioni di bilancio 2016/2018, ai fini di competenza e di cassa, del contributo erogato in 31.158,81 euro dalla Regione per il pagamento del secondo acconto e saldo dei lavori di ristrutturazione dell'edificio della scuola dell'infanzia in favore della ditta esecutrice dei lavori. La deliberazione n.49, invece, interessa le variazioni di bilancio, sia in entrata che in uscita, che si erano rese necessarie "per sopravvenute ed imprevedibili esigenze intervenute per maggiore entrata dell'Imu (2.500euro) e per sopperire alle maggiori spese per interessi derivanti alle anticipazioni di cassa da parte del tesoriere soprattutto per il pagamento di stipendi (che per il 2016 la giunta aveva previsto in 15.000 euro), spese per straordinario elettorale (12.000 euro), pagamento di 2.586,60 euro all'Inail che ne aveva fatto richiesta per tardiva denuncia d'infortunio subito dal dipendente ex Lsu Domenico Petrolo.
Dopo aver preso atto delle comunicazioni del sindaco relative al prelievo dal fondo di riserva di 5.000,00 euro necessari per interventi per la sicurezza stradale, operato con deliberazione di giunta n.50 del 30.11.2016, non necessaria di ratifica, il Consiglio, ha concluso i suoi lavori, autorizzando, sempre con voti unanimi, la costituzione della Società Consortile r.l. "Gal Terre Vibonesi" ed approvando lo Statuto della stessa Società.

 

* * *

Fonte : Gazzetta del Sud del 13/12/2016 - Autore : Antonio Pasceri

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2022 ~ XHTML