Sei in >> Racconti >> Non vorrei essere mai nato

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 3.91.79.74 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), marted́ 19 marzo 2019 ~ Ore : 18:30:11 - Settimana dell'anno n° 12 - Trimestre 1° [marzo] Pesci :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 78 - Giorni mancanti a FineAnno: 287

Il sole sorge alle ore 06:16 e tramonta alle ore 18:21 - San Giuseppe, sposo della Madonna

Festa del Papà

 

Non vorrei essere nato mai

Non vorrei essere nato mai

Eccomi qua. Disteso sul letto. Con questo corpo sgraziato (privo veramente di grazia), piegato e piagato.
Le gambe atrofiche e rinsecchite, i piedi ricurvi, le braccia perennemente ripiegate e i polsi curvi in modo innaturale. I movimenti a scatto, apparentemente bruschi, impossibilitati a gesti e a movenze fluide. Lo scatto della mandibola che impedisce alla parola di trovare un suo senso.
Fisso il muro bianco che mi trovo in alto e penso… io non sono questo corpo, io sono una cosa, un organismo, tutti mi vedono come un organismo. Sono "sezionato", diviso, scomposto, separato. Io "sono" un corpo inefficiente, malandato e sofferente, sono squilibrato e sbilanciato, malfermo e disarmonico. Non c'è sguardo di desiderio su questo corpo, non c'è struggimento, ansia o bramosia in cui perdere i propri sensi. Respiro e solo ascolto il silenzio. Sento un battito lento e regolare; è un suono sordo, cupo, lieve. Nelle profondità della carne continua il suo interminabile pulsare, nessuno mai ha sentito l'eco di questa vibrazione, è un suono segreto, celato e riposto. La finestra è aperta, spira il vento e la brezza; ecco, solo loro mi accarezzano, non gli ripugna sfiorarmi il corpo delicatamente, serpeggiare fra le mie dita, scompigliare i capelli e insinuarsi fra le pieghe più segrete. Chiudo gli occhi e lascio che ogni fibra del mio corpo assapori il brivido delicato dato dal vento e porti con sé un segreto d'amore.

Ho bisogno di un dono, il dono di uno sguardo d'amore, uno sguardo di memoria e di ricordo, ma so che resterò da solo su questo letto lindo e con un pensiero che si dipinge nella mia mente e che dice: non vorrei essere nato mai

 

* * *

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML