Sei in >> Preghiere >> A Maria della Montagna

Buona Notte, visitatore, il tuo numero IP è : 3.90.56.90 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), sabato 20 aprile 2019 ~ Ore : 22:17:39 - Settimana dell'anno n° 16 - Trimestre 2 [aprile] Ariete :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 110 - Giorni mancanti a FineAnno: 255

Il sole sorge alle ore 06:23 e tramonta alle ore 19:56 - Sant'Agnese Segni di Montepulciano

Hora tértia erat, et crucifixérunt Jesum.
Hora sexta ténebræ factæ sunt per totam terram usque in horam nonam.
Hora nona esclamávit Jesus voce magna, dicens:«Deus meus, Deus meus, ut quid dereliquísti me?»
Sepúlto Dómino, signavérunt monuméntum, volvéntes lápidem ad óstium monuménti. Ponéntes mílites, qui custodírent illum.

 

Il Vangelo della domenica

 

A Maria della Montagna

Poesia ( preghiera ) scritta dal prof. Carmelino Maio, il 05/08/1990, in onore alla Madonna della Montagna, venerata a Capistrano la seconda domenica di agosto.

A Maria della Montagna

Nella calda e afosa estate,
mentre sto seduto al mare,
mi ritrovo a Te pensare.

Sei dei monti la Regina,
Capistrano a Te s'inchina:
Tu del cielo sei splendore,
Te ha voluto il Creatore.

Noi devoti a Te pensiamo
e con fede t'imploriamo:
deh, proteggi i nostri figli
dal maligno e dai perigli.

Quando passi per la via,
benedici l'alma pia,
che Ti pensa e non si lagna:
oh, Maria della Montagna.

Quando passi per le strade,
Tu diffondi grande gioia;
chi T'invoca, chi s'infiamma,
Tu, di tutti, sei la Mamma.

C'è gran festa, gran fermento,
tutto il popolo è contento,
di poterti accompagnare
anche in Chiesa, sull'altare.

Gli emigrati, da lontano,
a Te porgono la mano,
e T'invocano, imploranti:
custodisci tutti quanti.

Sei la rosa più odorosa,
e di Dio sei madre e sposa
e, per l'uomo peccatore:
sii speranza, pace e amore.

* * *

Autore: Carmelino Maio

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML