Sei in >> Preghiere >> Cónditor alme síderum - Benigno creatore degli astri

Buona Notte, visitatore, il tuo numero IP è : 3.90.56.90 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), sabato 20 aprile 2019 ~ Ore : 23:05:34 - Settimana dell'anno n° 16 - Trimestre 2 [aprile] Ariete :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 110 - Giorni mancanti a FineAnno: 255

Il sole sorge alle ore 06:23 e tramonta alle ore 19:56 - Sant'Agnese Segni di Montepulciano

Hora tértia erat, et crucifixérunt Jesum.
Hora sexta ténebræ factæ sunt per totam terram usque in horam nonam.
Hora nona esclamávit Jesus voce magna, dicens:«Deus meus, Deus meus, ut quid dereliquísti me?»
Sepúlto Dómino, signavérunt monuméntum, volvéntes lápidem ad óstium monuménti. Ponéntes mílites, qui custodírent illum.

 

Il Vangelo della domenica

 

Cónditor alme síderum ~ Benigno creatore degli astri

Tempo di Avvento

Tempus Adventus usque ad diem 16 decembris [inclusive]

Tempo di Avvento sino al 16 dicembre [incluso]

"Cónditor alme síderum" era stato modificato dal Papa Urbano VIII successivamente, dpo il Vaticano II, è stato rimesso nella forma antica originaria.

Ad Vesperas

Cónditor alme síderum,
ætérna lux credéntium,
Christe, redémptor ómnium,
exáudi preces súpplicum.

Qui cóndolens intéritu
mortis períre sæculum,
salvásti mundum lánguidum,
donans reis remédium,

Vergénte mundi véspere,
uti sponsus de thálamo,
egréssus honestíssima
Vírginis matris cláusula.

Cuius forti poténtiæ
genu curvántur ómnia;
cæléstia, terréstria
nutu faténtur súbdita.

Te, Sancte, fide quæsumus,
ventúre iudex sæculi,
consérva nos in témpore
hostis a telo pérfidi.

Sit, Christe, rex piíssime,
tibi Patríque glória
cum Spíritu Paráclito,
in sempitérna sæcula.

Amen.

Ai Vespri

Benigno Creatore degli astri,
eterna Luce dei credenti,
Cristo, redentore di tutti,
esaudisci le preghiere di chi ti supplica.

Tu compatendo il mondo
che andava in rovina nella morte,
salvasti l'umanità ammalata,
donando una cura ai peccatori,

Mentre scendeva la sera del mondo,
come uno sposo uscito dal letto nuziale,
(nascesti) dal castissimo
grembo della Vergine Madre.

Alla tua forte potenza
tutte le creature piegano il ginocchio;
quelle del cielo, quelle della terra
si mostrano sottomesse alla tua volontà.

Te, o Santo, con fede preghiamo,
tu, che verrai come giudice del mondo:
conservaci nel tempo
dalla lancia del perfido nemico.

O Cristo, re piissimo,
a te e al Padre sia gloria
con lo Spirito Paràclito
per i secoli eterni.

Così sia.

* * *

 

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML