Sei in >> Fiabe >> La minestra di sassi

Buon Pomeriggio, visitatore, il tuo numero IP è : 54.243.26.210 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), marted́ 25 giugno 2019 ~ Ore : 17:41:47 - Settimana dell'anno n° 26 - Trimestre 2° [giugno] Cancro :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 176 - Giorni mancanti a FineAnno: 189

Il sole sorge alle ore 05:36 e tramonta alle ore 20:49 - San Guglielmo; San Massimo di Torino; San Prospero; Santa Dorotea

 

La minestra di sassi

La minestra di sassi

Un soldato, tornava dalla guerra, strada facendo per ritornare alla sua casa si fermò in un villaggio. Poche case tutte intorno ad una piccola piazza con una piccola e lenta fontanella. Bussò ad una porta e chiese un pezzo di pane. Disse: « Sono molto affamato e stanco ». Ma ebbe un rifiuto. Così il droghiere, il macellaio, tutti concordi nel dire che erano poveri.
Il povero soldato, si avvicinò alla fontana e dal suo sacco mise fuori un paiolo e un mestolo. Accese il fuoco e riempì la pentola d ' acqua, in essa mise tre sassi e cominciò a girare con il mestolo. Passò del tempo e la gente incuriosita si avvicinò e cominciò a chiedere cosa preparasse da più di un ' ora. Il soldato rispose sereno: « Preparo una minestra di sassi. Però se dentro ci fossero delle patate, delle cipolle, delle carote e un po' di verdura profumata e magari un osso di prosciutto, la minestra verrebbe più gustosa ». Poco dopo gli abitanti del villaggio ritornarono con tante cose buone: legumi, verdure e anche un osso di prosciutto. Riempirono il pentolone. Quando fu pronta il soldato disse: « Ora portate piatti, ciotole e cucchiai, perché la minestra di sassi è pronta ». Si fece gran festa. Tutti mangiarono la minestra di sassi calda e profumata, anche il soldato la gustò e dopo aver mangiato si allontanò per la sua strada senza che nessuno se ne accorgesse. Tutto il villaggio, allegramente continuò a mangiare " la minestra di sassi ".

 

* * *

Autore: Anna Maria

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2019 ~ XHTML