Sei in >> Capistrano >> Cronaca >> Capistrano : Si riaccende l'interesse attorno all'affresco di Renoir

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 54.227.31.145 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), domenica 16 dicembre 2018 ~ Ore : 20:40:25 - Settimana dell'anno n° 51 - Trimestre 4 [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 350 - Giorni mancanti a FineAnno: 15

Il sole sorge alle ore 07:31 e tramonta alle ore 16:40 - San Clemente Marchisio, Sant'Adelaide

Inizio Novena di Natale

 

 

Fonte : Gazzetta del Sud
Data : 22 marzo 2015
Autore : (a.p.)

 

 

 

Capistrano : Si riaccende l'interesse attorno all'affresco di Renoir

~ ~ ~
CAPISTRANO
~ ~ ~

Si risveglia l'interesse verso l'affresco "Il battesimo di Gesù nel fiume Giordano" che si trova nella chiesa parrocchiale di Capistrano, attribuito fin dal 1966 al grande pittore Pierre Auguste Renoir che lo "rifece" durante il suo breve soggiorno nel paese delle preserre vibonesi, nel periodo natalizio 1881-1882.
L'occasione si è concretata a Reggio Calabria, nella sala della Chiesa di San Giorgio al Corso, a cura del Centro Internazionale Scrittori (Cis) della Calabria. Per il ciclo d'incontri dedicati all'Arte, il Cis ha promosso una manifestazione per ricordare "Auguste Renoir, il pittore impressionista della joie de vivre. Il suo viaggio in Calabria e l'affresco di Capistrano".
All'incontro, presieduto e coordinato dalla presidente del Cis Loreley Rosita Borruto, ha relazionato Salvatore Timpano, studioso d'arte, che ha illustrano i tratti più importanti della vita di Renoir. Timpano ha ricordato il viaggio di Renoir in Calabria, dove, a Capistrano, esiste l'affresco de "Il Battesimo di Gesù", ricordando che il pittore locale Franco Natale ed altri riscontrarono, fin dal 1966, similitudini di alcuni particolari di questo affresco con altri presenti in diversi quadri di Renoir come quelli di Diana Cacciatrice, Ballerino di Bougival, Aline Charigot, Giudizio di Paride. L'incontro è stato chiuso dall'intervento di Antonio Pasceri che ha illustrato ed evidenziato che nel suo libro "Renoir da Napoli alla Calabria - 1881/1882 da Napoli a Capistrano di Calabria", edizione Kimerik, ha raccolto la documentazione popolare, giornalistica e storica del viaggio e del soggiorno di Renoir in Capistrano al fine rimandarla ai posteri e al fine di contribuire, così, all'attribuzione definitiva dell'affresco a Renoir da parte della Sovrintendenza. «Il pittore francese soggiornò, nel periodo natalizio 1881-1882, in Capistrano - ha detto Pasceri - presso la famiglia del sacerdote don Giacomo Rizzuti che aveva conosciuto a Napoli, ripartendo, poi, per Palermo, dove fece il ritratto a Wagner. I Capistranesi, pur non comprendendo la sua lingua, lo chiamavano affettuosamente "mastru Pietru" e questi divenne tanto amico di tutti che il giorno prima di morire aveva espresso al figlio Jean "le désir de voir encore une fois, pour la dernière fois le Calabrie", cioè Capistrano».

 

* * *

Fonte : Gazzetta del Sud del 22/03/2015 - Autore (a.p.)

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML