Sei in >> Capistrano >> Cronaca >> Capistrano : La benedizione delle Palme al Calvario

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 54.227.31.145 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), domenica 16 dicembre 2018 ~ Ore : 21:03:02 - Settimana dell'anno n° 51 - Trimestre 4 [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 350 - Giorni mancanti a FineAnno: 15

Il sole sorge alle ore 07:31 e tramonta alle ore 16:40 - San Clemente Marchisio, Sant'Adelaide

Inizio Novena di Natale

 

 

Fonte : Gazzetta del Sud
Data : 29 marzo 2015
Autore : Antonio Pasceri

 

 

 

Capistrano : La benedizione alle 10 al Calvario

Si rinnovano riti che affondano nella memoria collettiva

~ ~ ~
Antonio Pasceri
CAPISTRANO
~ ~ ~

Dal Calvario alla Chiesa. Con le palme e gli ulivi benedetti

La Domenica delle palme ricorda l'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme, in sella ad un asino. A tale avvenimento affondano le radici della liturgia, simile in tutto il mondo cattolico, e la tradizione che spesso presenta delle variabili. Per tradizione, in Capistrano, verso le 10, i fedeli si riuniscono in parte presso il sito del Calvario (distante circa 300 metri dalla Chiesa) ed in parte in Chiesa da dove, preceduti dal parroco, si recano al Calvario.
Anche quest'anno il rito della benedizione delle palme e dei rametti di ulivo avviene presso il Calvario da parte del parroco.
A Capistrano, mentre le palme benedette, intrecciate e non, con qualche piccolo ramoscello di ulivo vengono custodite all'ingresso delle abitazioni, i rami di ulivo benedetti vengono portati nei vari poderi, per auspicare, rispettivamente, pace e prosperità nelle famiglie e fecondità nelle campagne.
Pare che la benedizione delle palme e la crescente importanza della processione abbiano avuto origine nel VII secolo e si racconta che in Capistrano, dove non mancarono mai secolari piante di ulivo, la piantagione di alcune palme sia avvenuta nei secoli scorsi nel giardino dei marchesi Bongiorno, oggi Brizzi, e nell'ex orto della famiglia Natale-Bongiorno-Pasceri, che, in occasione della ricorrenza liturgica, facevano tagliare i rami di palma con colore quasi bianco e, a foglie o piccoli rametti, li distribuivano gratuitamente ai propri concittadini.

Passata la domenica delle palme, la liturgia introduce il mondo cristiano nella Settimana Santa. A Capistrano, vi era, fino a qualche anno addietro, una tradizione particolare, forse unica, che, pur modifica, sopravvive ancora. Il pomeriggio di mercoledì era dedicato alla confezione degli uomini e poi la sera alla celebrazione della messa per soli uomini. Da qualche anno, l'attuale parroco sacerdote Antonio Calafati, con il parere favorevole dei fedeli, dedica la celebrazione della messa di mercoledì santo alle famiglie, per cui partecipano i papà e le mamme con i loro figli.

 

* * *

Fonte : Gazzetta del Sud del 29/03/2015 - Autore : Antonio Pasceri

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML