Sei in >> Capistrano >> Cronaca >> Capistrano: L'elisir di lunga vita - La signora Vittoria Caputo al traguardo dei 100 anni

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 54.227.31.145 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), domenica 16 dicembre 2018 ~ Ore : 20:34:23 - Settimana dell'anno n° 51 - Trimestre 4° [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 350 - Giorni mancanti a FineAnno: 15

Il sole sorge alle ore 07:31 e tramonta alle ore 16:40 - San Clemente Marchisio, Sant'Adelaide

Inizio Novena di Natale

 

 

Fonte : Gazzetta del Sud
Data : 04 dicembre 2015
Autore : Antonio Pasceri

 

 

 

A Capistrano l'elisir di lunga vita

La signora Vittoria al traguardo dei cento anni

L'evento festeggiato nella casa protetta di Monterosso Calabro

~ ~ ~
Antonio Pasceri
CAPISTRANO
~ ~ ~

Capistrano: Con il sindaco Caputo. Festa per Vittoria Montesano

Un'altra donna Capistranese ha raggiunto i cento anni d'età. Si tratta della signora Vittoria Montesano vedova Caputo che, nata a Capistrano il 2 dicembre 1915, da alcuni mesi si trova ospitata presso la Casa Protetta "Villa delle Rose" di Monterosso Calabro. È una delle nonnine di Capistrano, dove, su poco più di mille abitanti, ci si può vantare della longevità dei suoi nativi, in quanto, oltre a diversi decessi avvenuti dopo il compimento del secolo di vita, in atto vi sono viventi altre due persone che hanno superato i cento anni di vita (Isidoro Rizzuti e Ines Natale) ed altre che si accingono a farlo

Dopo l'emigrazione a Melbourne in Australia
il ritorno nel paese natìo

La signora Vittoria, il suo marito (deceduto a Capistrano circa 20 anni or sono) e i loro quattro figli (due dei quali deceduti in Melbourne) emigrarono nel 1958 in Australia. I coniugi Caputo - Montesano rientrarono circa 30 anni addietro a Capistrano, dove si costruirono un'accogliente abitazione e dove, di tanto intanto, ritornavano i loro figli quattro per visitarli. Dei loro figli, due (Bruno e Vincenza) sono già deceduti in Melbourne, gli altri due, Maria e Rosina, sono ritornati più sovente negli ultimi anni per trascorrere più tempo con l'anziana e arzilla madre Vittoria, che fino a qualche anno addietro la si vedeva in giro per il paese intenta a fare la spesa e andare, ogni mattina, ad assistere alla celebrazione della santa Messa.
Le figlie Maria e Rosina, non potendo prolungare sine die la loro presenza in Capistrano, alcuni mesi addietro, prima di ripartire per l'Australia, affidarono la loro madre all'assistenza e alle cure della Casa protetta della vicino Monterosso.
A festeggiare i cento anni della signora Vittoria si sono recati da Capistrano alla predetta Casa protetta il fratello Rocco, alcuni parenti e amici, il parroco don Antonio Calafati (che ha celebrato la santa messa e ha avuto commosse parole per la signora Vittoria), il sindaco di Capistrano Marcello Roberto Caputo ed il vicesindaco Domenico Mesiano. Alla cerimonia è stato anche presente il sindaco di Monterosso Calabro Antonio Giacomo Lampasi.

La signora Vittoria, che ha ancora una vivissima memoria, ha ringraziato tutti i presenti ed in modo particolare il suo amico parroco di Capistrano e i sindaci di Capistrano e Monterosso Calabro.

 

* * *

Fonte : Gazzetta del Sud del 04/12/2015 - Autore : Antonio Pasceri

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML