Sei in >> Capistrano >> Cronaca >> Capistrano: Niente Tasi anche nel 2015 - Rispettiamo il programma

Buon Giorno, visitatore, il tuo numero IP è : 52.91.245.237 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), venerdì 14 dicembre 2018 ~ Ore : 08:32:04 - Settimana dell'anno n° 50 - Trimestre 4° [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 348 - Giorni mancanti a FineAnno: 17

Il sole sorge alle ore 07:30 e tramonta alle ore 16:39 - San Giovanni della Croce

 

 

Fonte : Gazzetta del Sud
Data : 31 luglio 2015
Autore : Antonio Pasceri

 

 

Consiglio comunale di Capistrano

Capistrano: Niente Tasi anche nel 2015 «Rispettiamo il programma»

Cittadini esentati dal pagamento di questo tributo

~ ~ ~
Antonio Pasceri
CAPISTRANO
~ ~ ~

La soddisfazione del sindaco
Marcello Caputo
e dell'assessore
Domenico Mesiano

Anche nel 2015 i cittadini di Capistrano saranno esentati dal pagamento della Tasi. Lo ha deciso il consiglio comunale che si è riunito, presieduto dal sindaco Marcello Roberto Caputo e assistito dalla segretaria comunale Carmen Longo.

Con voti unanimi, il consiglio ha confermato e approvato, anche per l'anno 2015, l'azzeramento delle aliquote Tasi (tassa sui servizi indispensabili in cui rientrano viabilità, pubblica illuminazione, servizi igienici, ecc.), che grava sui possessori o detentori, a qualsiasi titolo, di abitazioni, compresa quella principale, di aree edificabili con esclusione dei terreni agricoli.

Le aliquote Imu ed Irpef, per l'anno 2015, non subiranno aumenti, in quanto il consiglio comunale (con i soli voti della maggioranza ed il voto contrario del consigliere di minoranza Martino) ha confermato ed approvato quelle già vigenti nel 2014, che sono inalterate dal 2012, per cui l'Imu sulla prima casa rimane allo 0,4 per cento per la prima abitazione e allo 0,76 per le seconde case.

«La scelta di questa amministrazione - ha detto il sindaco Caputo - di confermare ed approvare l'azzeramento della Tasi anche per il 2015 conferma, ancora una volta, il programma elettorale del 2012 di mantenere o migliorare i servizi pubblici senza applicare nuove imposte e tasse a carico dei cittadini».
Il vicesindaco e assessore alle finanze Domenico Mesiano ha evidenziato: «Ancora una volta i contribuenti capistranesi non dovranno pagare, nemmeno per il 2015, l'Iuc (imposta unica comunale) che comprende l'Imu (imposta municipale unica), la Tari (tassa sui rifiuti) e la Tasi (tassa servizi indivisibili), ma soltanto l'Imu e la Tari con le aliquote già in vigore nel 2014 che, a loro volta, sono quelle vigenti già nel 2012».
L'approvazione del piano finanziario e le tariffe Tari (tassa sui rifiuti urbani) per l'anno 2015 è avvenuta con i voti favorevoli della maggioranza e l'astensione di Martino sulla base delle tariffe vigenti per l'anno 2014.

Infine, il Consiglio comunale, con il consenso della sola maggioranza, ha rinviato al 2016 l'adozione del principio della contabilità economico - patrimoniale del bilancio consolidato e del piano dei conti integrato.

 

* * *

Fonte : Gazzetta del Sud del 31/07/2015 - Autore Antonio Pasceri

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML