Sei in >> Capistrano >> Cronaca >> Capistrano: Sp 47 autentico monumento all'incuria. Cosa si attende ancora a intervenire?

Buona Sera, visitatore, il tuo numero IP è : 54.227.31.145 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), domenica 16 dicembre 2018 ~ Ore : 20:49:47 - Settimana dell'anno n° 51 - Trimestre 4° [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 350 - Giorni mancanti a FineAnno: 15

Il sole sorge alle ore 07:31 e tramonta alle ore 16:40 - San Clemente Marchisio, Sant'Adelaide

Inizio Novena di Natale

 

 

Fonte : Gazzetta del Sud
Data : 18 febbraio 2017
Autore : Antonio Pasceri

 

 

 

La viabilità sulla Monterosso-Capistrano-San Nicola da Crissa

Sp 47 autentico monumento all'incuria. Cosa si attende ancora a intervenire?

Il piano stradale continua lentamente a sprofondare

~ ~ ~
Antonio Pasceri
CAPISTRANO
~ ~ ~

Capistrano: Ladri in azione. Rubata anche parte dei guardarail della strada Capistrano: Alll'ingresso di San Nicola da Crissa. L'avvallamento della strada
A rendere più pericoloso il
tracciato anche il furto
di parte del guardarail

Il protrarsi della chiusura, sia pure temporanea, del tratto dell'ex statale 110 compreso fra il bivio Angitola e quello di Maierato, a causa della difficile rimozione di un residuato bellico, riporta alle menti dei Capistranesi, e non solo, le difficoltà e l'insicurezza che sull'ex statale 110 s'incontrano a causa di atavici avvallamenti e buche, sempre più numerose, profonde e ampie.
Il pensiero corre, immancabilmente, sulla pericolosità del viaggiare lungo la strada provinciale n. 47 Monterosso - Capistrano - San Nicola da Crissa. Ciò, soprattutto, perché il tratto tra Capistrano a San Nicola da Crissa (da dove, poi, si proseguire per le Serre e i paesi dello Ionio e anche, attraversando Filogaso, per Vibo), è stato reso ulteriormente intransitabile dalle avversità atmosferiche dei mesi scorsi.
Chi la percorre non sa più a quale Santo votarsi e dove mettere il piede o far passare le ruote dei motocicli o degli auto o dei pullman senza l'apprensione di subire dei danni ai mezzi.
Gli automobilisti, per evitare qualche buca o almeno quelle più pericolose, sono costretti a continui ed estenuanti zig-zag che non di rado li costringono a miracoli di guida per evitare lo scontro con gli automezzi che provengono dal senso contrario. Numerosi scontri  frontali fra automezzi verrebbero continuamente evitati dalla perizia degli autisti e dal loro buon senso di viaggiare quasi a passo d'uomo in presenza delle buche sull'asfalto. Chi non conosce le condizioni della strada e le sue insidie è, però, esposto ai rischi che è facile immaginare e difficile evitare.
L'amministrazione provinciale di Vibo Valentia, continuando a rimanere insensibile all'obbligo istituzionale di mantenere l'idoneità delle proprie strade, non solo contribuirebbe, secondo cittadini e automobilisti, ad agevolare il danneggiamento delle strade dalle avversità atmosferiche e dall'usura, ma avrebbe potuto favorire taluni ladri che hanno smontato e trafugato dai guardrail un centinaio di metri di tubi passa-mano di sicurezza (nel tratto Capistrano - San Nicola da Crissa) e alcune grosse  pietre che, lavorate a mano, nel 1920, in occasione della costruzione del tratto di strada Monterosso - Capistrano, erano state posizionate a coronamento dei parapetti in muratura sia per abbellirli che per fornire un comodo e breve riposo ai tanti contadini che si ritiravano stanchi dalle campagne.
Intanto, al disinteresse dell'ente proprietario della strada (l'amministrazione provinciale da anni si limiterebbe ad emettere solo ordinanza per la viabilità invernale su strade di montagna e di collina) molti attribuirebbero anche un altro sprofondamento del piano stradale che si è verificato nelle vicinanze dell'abitato di San Nicola da Crissa, dove, agli inizi degli anni Settanta, si verificò un pericoloso smottamento di qualche centinaio di metri, che avrebbe sgretolato anche un sottostante edifico pubblico costruito per abitazioni, con conseguente immediato sgombero dei nuclei familiari.

 

* * *

Fonte : Gazzetta del Sud del 18/02/2017 - Autore : Antonio Pasceri

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML