Sei in >> Capistranesi >> Barbara Esposito >> Auguri al Papa Emerito Benedetto XVI

Buon Pomeriggio, visitatore, il tuo numero IP è : 35.175.182.106 - Fanne buon uso ;-)

Capistrano (VV), venerdì 14 dicembre 2018 ~ Ore : 13:12:44 - Settimana dell'anno n° 50 - Trimestre 4° [dicembre] Sagittario :-) ;-) - Giorni trascorsi da InizioAnno: 348 - Giorni mancanti a FineAnno: 17

Il sole sorge alle ore 07:30 e tramonta alle ore 16:39 - San Giovanni della Croce

 

Auguri al Papa Emerito Benedetto XVI

"Ama la Sacra Scrittura e la saggezza ti amerà.
Amala teneramente ed essa ti custodirà.
Onorala e riceverai le sue carezze."
(San Girolamo Ep. 130,20)

 

Il Papa emerito, Benedetto XVI, celebra 65 anni di vita sacerdotale. Che bello! Oggi, vederlo e sentirlo parlare in tv, mi ha emozionato tantissimo. Mente lucidissima, noto tutto il suo essere intriso della Parola di Dio: come l'ape ha succhiato il nettare della Scrittura seminandola splendidamente nella sua Chiesa. Festeggia, e io, assieme a lui, godo della sua festa che precede quella dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.
Tenero, inconfondibile, Papa bianco, vorrei raccontarti la mia fede perché tu possa continuamente sussurrarmi la verità. Vorrei accostarmi a te per ascoltare le tue parole teologicamente pure che vanno al centro del pensiero e spaccano l'anima. Tu hai sempre detto che fede e ragione sono entrambe dono di Dio e non possono contraddirsi. Hai ripetuto che ogni verità che noi possiamo scoprire non minaccerà mai la Rivelazione, anzi rafforzerà la conoscenza complessiva dell'opera di Dio e della parola di Cristo. Parlami ancora di gioia. Dimmi che la resurrezione vince sempre sulla morte. Anche, e, soprattutto, in quella dell'ennesima donna trovata, proprio oggi, in un frigo di un anonimo scantinato, violata e distrutta dalla cattiveria umana. Risorgerà anche lei per una vita più bella, ridimmelo ancora, perché il male imperversa e c'è bisogno che le tue preghiere arrivino più forti al trono di Dio a irrorare pietà.

65 anni di sacerdozio, un traguardo raro nella storia dei Papi. Ma tu mi hai insegnato che il Vangelo è compagno della nostra vita, "la sua parola ci sazia e ci protegge". Dal suo nutrimento possiamo ricevere carezze, solo carezze. Per te, per Pietro e Paolo, per gli araldi del Vangelo, la preghiera della lode, dell'abbandono, della speranza, ridonda nei secoli a commuovere il Padre a rinnovare prodigi e a scacciare le potenze del male. Possa tu continuare a pregare per il mondo, per me, per tutti. Ti voglio bene, Papa bianco, e grazie per avermi insegnato ad amare la Parola.
Auguri. Barbara.

Monterosso Calabro 28/06/2016 Esposito Barbara

 

* * *

Autore : Barbara Esposito

| indietro | ~ | torna su |

 


www.mpasceri.it © copyright 2010 - 2018 ~ XHTML